Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

Ricordando Lorenzo e la guerra in Rojava

Data di trasmissione

Lorenzo Orsetti - combattente rivoluzionario in Rojava - è stato ucciso da Daesh.

I media mainstream, ora che a morire è un italiano, scoprono che in Rojava e in Siria si combatte ancora. Pornografia dell'orrore, narrazioni giornalistiche che mettono insieme chi lotta per l'autodeterminazione e il fascismo dello stato islamico, leggi contro chi mette in pratica la solidarietà internazionalista.

Proviamo a fare alcune riflessioni.

Media e repressione

Data di trasmissione

Con una compagna di Rete Evasioni leggiamo e commentiamo il comunicato "Su local team e la complicità tra media e repressione". Quale il ruolo di questo "giornalismo" che si autoproclama oggettivo e senza filtri? Come relazionarsi con l'abitudine sempre più diffusa di fare foto e video "dall'interno"? Segnaliamo l'opuscolo "Corteo", uscito qualche anno fa ma ancora utile per approfondire queste tematiche.

Roma: NonUnaDiMeno sotto IlMessagero

Data di trasmissione
Durata 31m 39s
Durata 2m 23s

Molto partecipata la manifestazione sotto la sede de Il Messaggero indetta da Non Una Di Meno con il seguente volantino. Da li poi le donne sono andate in corteo fino a Piazza Barberini.

Dopo un'estate in cui ancora una volta la violenza maschile sulle donne è stata oggetto di campagne mediatiche razziste in cui i nostri corpi sono stati usati per giustificare politiche contro le persone migranti, le deportazioni e la costruzione di nuovi lager al di là del mediterraneo, siamo arrivate a settembre e vediamo comparire sui media anche la colpevolizzazione delle donne che subiscono stupri.

E' proprio di questi giorni la campagna lanciata da Il Messaggero che addirittura propone un "manuale" di comportamento per le donne.
Scomodata anche la docente Scaraffia che, senza vergogna, ha imputo alle femministe di aver spinto le giovani donne alla "libertà dal loro destino biologico" negando "l'idea che le donne avessero bisogno di protezione" maschile.

Per il resto la campagna consiste nella solita trita riproposizione di
politiche securitarie: telecamere, militarizzazione delle strade, "locali sentinella", taxi, lampioni. Se proprio volete due lampioni in più in città servirebbero!!!

In avvicinamento alla grande mobilitazione mondiale femminista del 28 settembre

GIOVEDI 21 settembre alle 18 - sotto la sede de Il Messaggero in via del Tritone 152 le donne scendono in strada per continuare a ribadire che

Le strade sicure le fanno le donne che l'attraversano con la solidarietà, il guardarsi a vincenda, l'autodeterminazione e l'autodifesa.

Invece di dettare regole alle donne per non essere stuprate, insegnate agli uomini a non stuprare.

La violenza sulle donne la fanno gli uomini non ha confini nè
passaporto nè classe.

Nasce un nuovo blog: Prometeo

Data di trasmissione
Durata 36m 4s

Da qualche settimana si agita nel web un nuovo blog, fatto da militanti e compagni di questa città: Prometeo.

Lo presentiamo assieme a tre compagni che hanno contribuito a costruirlo, con l'apporto di diverse realtà (CASP, Collettivo Promakos e altri singoli).

Tanti i temi trattati nel blog: dagli editoriali (firmati dalla redazione) agli articoli sull'internazionalismo, passando per recensioni e attualità.

 

Per contattare Prometeo e/o proporre collaborazioni scrivi a prometeoblog chiocciola canaglie punto net oppure vai alla sezione "Contatti" del sito.

 

Giornalismo cartaceo e giornalismo dal basso (Teppa Festival)

Data di trasmissione
Durata 1h 16m 40s
Durata 13m 51s
Durata 3m 49s

Nell'ambito del Teppa Festival si è tenuto un dibattito dal titolo "Giornalismo cartaceo e giornalismo dal basso", a cui è stata invitata anche Radio Onda Rossa.

Al dibattito - organizzato da Leggi Scomodo - hanno partecipato: Christian Raimo (Internazionale), Radio Onda Rossa, Infoaut e Prometeoblog.

Di seguito gli interventi e il file completo del dibattito.