Ascolta lo streaming di Radio Onda Rossa !

87.9FM: 30euro l'anno: lanciamo la campagna di radioabbonamento 30x1000

Francoforte: 6/7 ottobre diretta streaming della conferenza Womenwavingthefuture

Per quanto riguarda la diretta della conferenza womenwavingthefuture, sarà possibile seguirla in diretta dal sito: http://revolutioninthemaking.blogsport.eu/
Le traduzioni si potranno ascoltare direttamente in tutte le lingue da quel sito.

Bruxelles: i tentativi di criminalizzazione di curdi/e da parte dello stato turco

A partire dll'accoltellamento di tre attiviste e attivisti curdi che si stavano recando al consolato di Bruxelles per votare al referendum voluto da Erdogan per continuare il processo di fascistizzazione dello stato turco, con un compagno della redazione a Bruxelles, commentiamo il voto all'estero – e in particolare in Belgio – a questo referendum.

No War e No Nato sotto l'ambasciata turca

Le Reti NO WAR e NO NATO hanno convocato un sit in all' l'Ambasciata Turca contro il regime di Erdogan che massacra curdi e curde in Turchia, fa guerra alla Rojava  e sostiene i tagliagole dell'ISIS, per rafforzare le occasioni di contrasto al regime turco e in sostegno della resistenza curda.   A seguire, le Reti parteciperanno dalle ore 14 in poi al sit inv convocato dall'Associane Antigone all'Ambasciata Egiziana/ via Salaria-villa ADA per chiedere "verità e giustizia per Giulio Regeni".

La guerra di Erdogan contro le donne curde

Data di trasmissione
Intervista alle compagne del Dipartimento delle donne di Sur-Amed che abbiamo incontrato a dicembre 2015 in Germania. Alcune compagne del MFLA hanno incontrato a dicembre in Germania, all'incontro di wendo/autodifesa femminista di Kassel, Leyla, Rojda e Parwin, tre compagne curde che lavorano al dipartimento delle donne del quartiere di Sur, che è il centro storico di Amed/Diyarbakir, sotto coprifuoco di 24 ore imposto dal governo turco dall'11 dicembre scorso (ornai 74 giorni), una prigione a cielo aperto. Le compagne curde raccontano che nella guerra contro la popolazione curda, il gove

La Turchia continua ad attaccare i curdi

Da 80 giorni c'è il coprifuoco in tutte le città del kurdistan turco. Emergenza per Cizre e per il centro storico di Diyarbakir, Sur. Neanche negli anni 90 il Governo bombardava le città. Al massimo bruciava i villaggi. La situaizone quindi è molto pesante e l'opinione pubblica non parla, non dice niente. Timidamente dice qualcosa solo per la Siria, dove la Turchia ha attaccato il cantone di Afrin. A Bakur anche c'è il coprifuco dopo che l'Hdp, dopo le elezioni, ha dichiarato autogoverno. 

 

Al fianco del popolo curdo. Aggiornamento e iniziative

Corrispondenza con un compagno per aggiornare sulla situazione del Kurdistan turco e per presentare le molte iniziative:

 

- venerdì 12 febbraio - ore 18.30: proiezione  del documentario "Sara", al Cinema Palazzo, piazza dei Campani a San Lorenzo;

- sabato 13 febbraio - ore 11.30: riunione di donne della Rete Kurdistan, alla Casa Internazionale delle donne

- sabato 13 febbraio - ore 15: presentazione del secondo volume del libro di Sakine Cansiz, alla Casa      Internazionale delle donne, via della Longara, 19

Corrispondenza dal presidio in solidarietà con Kobane e contro le politiche del governo turco

Corrispondenze da piazza dell Repubblica, a Roma durante il presidio in solidarietà con Kobane, dopo il vile attacco condotto dall’Isis nella notte di mercoledì 24 giugno e contro la collaborazione della Turchia con l'Isis stessa.

BIJI BERXWEDANA KOBANI!

Leggi anche il comunicato.